Make your own free website on Tripod.com
La poesia, da sempre un grande amore!

Nei racconti di mia madre ho poco più di un anno, non cammino ancora ma parlo già ed imparo velocemente le poesie a memoria. Il loro gioco di giovani sposi orgogliosi era quello di mettermi in piedi contro il muro ed ascoltarmi mentre recitavo.

Crescendo, la passione per le poesie è rimasta. I nostri padroni di casa avevano una ricca biblioteca e mi prestavano volentieri i loro libri. Leggevo le poesie che mi piacevano particolarmente e le imparavo tutte a memoria, poi le recitavo ad alta voce quando la casa era vuota. L’unica occasione, in terza avviamento, di una recita scolastica, sfumò per non so quale motivo. Credo di provare ancora oggi un po’ di dispiacere per il “debutto” mancato. I miei compagni avranno invece tirato un sospiro di sollievo. Sapevano tutti del mio legame con la poesia: l’ho scoperto alla festa di coscrizione dei 50 anni!

Ai poeti ho sempre invidiato la capacità di saper raccontare, in poche righe e talvolta con poche parole, una favola, una storia, un’emozione, un dolore, una gioia.

Per aver dovuto abbandonare presto gli studi mi mancano le buone basi culturali e ne soffro. Ma mi ostino a scrivere, pur se poveri di buona grammatica e metrica, i miei pensieri e le mie emozioni. Lo faccio senza riflettere, vuoto il mio animo ed affido alla carta quello che mi passa per la mente.

Madre Poesia, quella vera, è tanto grande che saprà certo perdonarmi e con lei tutti quelli a cui propino queste righe.

E non illudetevi che sia finita!
Giuliana Amicucci Dal Piaz

Alla mamma

La bellezza per incantare,
Il fascino per innamorare.
Il grembo per la vita,
Il dolore per donarla,
L’allegria per cantarla,
L’esempio per viverla,
Il coraggio per affrontarla,
La volontà per vincerla.
Lo sguardo per interrogare,
Il silenzio per comprendere.
Il sorriso per consolare,
La parola per confortare,
La carezza per perdonare,
Il ricordo per rammentare.
Il cuore, un grande cuore, per amare,
Un sospiro per riposare…

La pace


Pregai: "Signore,
Fa che sia bello tutt'intorno a me!"
E mi rispose:
"Guardati attorno, quanto bello c'è!"

Pregai: "Signore,
Fa che sia pace tutt'intorno a me!
Lui mi rispose:
"Cercala prima, sempre, dentro di te!"

Giuliana Amicucci Dal Piaz

Riflessioni al tramonto

Invecchio e rifletto, sgranando la mia vita.
Indugia il pensiero sui ricordi piu cari.
Quante cose, piccole o grandi,
ho posseduto!
Quanti luoghi, vicini o lontano,
ho visitato!
Quante amicizie, durevoli o brevi,
ho serbato, perso, ritrovato!
Perle di una lunga collana,
felicita' passeggere…
E di tutte, una sola resta,
gioia vera e indistruttibile :
la famiglia !
E' con te nel pianto, nella gioia,
nel capriccio, nell'angoscia;
dondola la tua culla,
festeggia i tuoi compleanni;
ti addita la strada,
consola i tuoi affanni;
cura la tua malattia,
comprende la tua vecchiaia.
Sara' con te fino alla morte.
E dopo....., non ti fara' sentire solo,
quando sarai nell'ultima dimora .......

Ignoranza

Invecchio, con questa brama di sapere
che non m’abbandona mai:
e mi accosto ai fiori, agli animali, alle rocce,
alle stelle, ai numeri, ai colori,
agli animi, ai cuori.
Quanta gioia mi dà scoprire cose nuove.

Ma più m’avvicino, più s’apre l’Infinito.
Così mi accorgo che,
appena penso di sapere,
davanti al Tutto, nulla so…


3 Ottobre 1997, a 52 anni

La vita

La accende un amore,
La illumina un vagito,
La infiamma un sogno,
La smorza un sospiro,
La spegne un respiro.....


Ai miei coscritti

Neppure voi siete riusciti a scampare alla mia
penna facile. Accade dopo ogni bella emozione.
E ritrovarvi lo è stata davvero !
Con tanto affetto e simpatia, un grazie per l'invito,
Che Madre Poesia, benevola, mi perdoni !

Oltre le rughe

Incontrarsi, dopo tanti anni,
un tuffo nel mare del tempo andato.
Tanti ricordi,
dapprima sbiaditi, vividi poi,
quando un nome, un sorriso,
una voce, arriva al cuore.
E magicamente
ti riportano alla fanciullezza,
ai sogni, ai giochi, ai canti.
E ti sorprende scoprire
scorci di te, che non sapevi,
dagli altri mai dimenticati.
Riascolti note di dolci serenate,
che allora non credevi per te,
ma fanciulla, ti hanno fatto sognare.
Poche ore, soffuse
di nostalgica magìa.
Bello davvero
è stato potersi ritrovare,
frugando oltre le rughe.


Tocco da Casauria, 23 Settembre 1995

Reflexions at sunset

Getting older, I reflect,
taking out my life grains.
Thought is lingering on dearest memories.
How many things, big or small, I owned!
How many places, far or near, I visited!
How many friendships, durable or short,
I kept, lost, refound!
Pearls of a long necklace,
fleeting happinesses…

And, among all, one alone remains,
true and indestructible:
the family !
With you in tears, in mirth, in fancy, in pain;
tottering your cradle,
celebrating your birthdays;
directing your way, relieving your troubles,
healing your illness,
understanding your old age.
Will be with you until the end.

And after..., not leaving you alone,
when in the last home...

Giuliana Amicucci Dal Piaz Per far capire (traduzione scolastica!) al caro ricco amico centenario Sig.Odutola (nigeriano) che, oltre al denaro, esistono altri valori…



Toccolano Paisano